• In che cosa consiste la Galleria di base dello Zimmerberg 2?

    In che cosa consiste la Galleria di base dello Zimmerberg 2?

    La Galleria di base dello Zimmerberg 2 è una galleria a doppio binario di 11 chilometri tra Baar e Thalwil, più precisamente tra Litti ZG e Nidelbad ZH. Il nuovo collegamento sostituisce nel traffico a lunga percorrenza la linea originaria tra Baar e Thalwil, in più parti a binario unico.

    Il progetto è già inserito nel piano direttore sia del Cantone di Zugo che del Cantone di Zurigo. Inoltre il Piano quadro FFS Svizzera centrale considera la Galleria di base dello Zimmerberg 2 un progetto centrale per lo sviluppo del traffico ferroviario nella regione di Zugo. Anche la Conferenza dei Governi cantonali della Svizzera centrale e la Conferenza dei direttori cantonali dei trasporti pubblici della Svizzera centrale hanno dichiarato la Galleria di base dello Zimmerberg 2 – insieme alla stazione di transito Lucerna – un progetto strategico, che dev’essere realizzato al più presto.

  • Galleria di base dello Zimmerberg 2: costi e finanziamento

    Galleria di base dello Zimmerberg 2: costi e finanziamento

    La Galleria di base dello Zimmerberg 2 costa 1 miliardo di franchi. Poiché nel suo calcolo dei costi l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) considera l’offerta che potrà essere realizzata con la Galleria di base II, sono inclusi anche gli investimenti per le linee d’accesso. L’UFT mette quindi in preventivo per il progetto 2 miliardi di franchi.

    Nell’ambito della Galleria di base dello Zimmerberg 1 è già stato realizzato un collegamento sotterraneo con la Galleria di base dello Zimmerberg 2 per un ammontare di 100 milioni di franchi. Inoltre nel 1999 per la Galleria di base II era già stato messo in campo un progetto completo. I lavori preliminari da un lato migliorano il rapporto costi/benefici della Galleria di base II e dall’altro riducono i rischi legati al progetto.

  • Galleria di base dello Zimmerberg 2: la soluzione ottimale

    Galleria di base dello Zimmerberg 2: la soluzione ottimale

    Insieme alle FFS l’Ufficio federale dei trasporti ha analizzato diversi tracciati per la linea, come pure l’ampliamento della linea originaria tra Baar e Thalwil («Zimmerberg light») (cf. Piano quadro FFS Svizzera centrale). Dall’analisi è emerso chiaramente che a lungo termine sulla tratta Lucerna–Zugo–Zurigo e sull’asse nord-sud solo la Galleria di base dello Zimmerberg II è in grado di potenziare l’offerta e ridurre i tempi di percorrenza. Un ampliamento della tratta originaria comporterebbe invece pesanti interventi urbanistici alla stazione di Thalwil. Inoltre nella variante «Zimmerberg light» l’orario si dovrebbe orientare a Thalwil, limitando fortemente l’offerta tra Zugo e Zurigo nonché sulla tratta Ziegelbrücke–Pfäffikon–Zurigo. Nonostante questi svantaggi il progetto «Zimmerberg light» complessivamente ha un costo pressoché simile alla Galleria di base dello Zimmerberg 2.

  • In cosa consiste la stazione di transito?

    In cosa consiste la stazione di transito?

    Il progetto della stazione di transito Lucerna è costituito da un passante sotterraneo e da quattro binari ribassati. Il passante collega l’asse Basilea/Berna–Lucerna con l’asse Lucerna–Zurigo e gli assi di sviluppo principale del Cantone di Lucerna, creando un nuovo collegamento nord-sud via Lucerna.

    La stazione di transito è un progetto chiave del Cantone di Lucerna ed è parte degli strumenti di pianificazione centrali del Cantone. Nel programma d’agglomerato, nel piano direttore cantonale – entrambi approvati dalla Confederazione – e nel rapporto cantonale sui trasporti pubblici viene assegnata la massima priorità al progetto. Anche il Piano quadro FFS Svizzera centrale considera la stazione di transito un progetto centrale per lo sviluppo del nodo ferroviario di Lucerna. Inoltre la Conferenza dei Governi cantonali della Svizzera centrale e la Conferenza dei direttori cantonali dei trasporti pubblici della Svizzera centrale hanno dichiarato la stazione di transito, insieme alla Galleria di base dello Zimmerberg 2, un progetto strategico, che dev’essere realizzato al più presto.

    Il Rapporto di pianificazione del Cantone di Lucerna sulla stazione di transito presenta in modo dettagliato il progetto e i relativi elementi alle pagine da 19 a 22.

  • La stazione di transito è la soluzione migliore

    La stazione di transito è la soluzione migliore

    La Confederazione e le FFS riconoscono la stazione di transito come la soluzione migliore per l’ampliamento della ferrovia nel Cantone di Lucerna (cf. Piano quadro FFS Svizzera centrale). Alla stessa conclusione giunge il Rapporto di pianificazione del Cantone di Lucerna, in cui sono valutate oltre 30 varianti di ampliamento, tra cui la stazione di transito. Il rapporto evidenzia come, nonostante i costi elevati dal punto di vista topografico, la stazione di transito sia la soluzione che a lungo termine produce i maggiori vantaggi sotto il profilo economico, ecologico nonché del traffico e della pianificazione del territorio. Della medesima opinione è il Gran Consiglio di Lucerna che a gennaio 2016 ha pienamente approvato il Rapporto di pianificazione.

    La seconda migliore variante è nettamente inferiore
    Indubbiamente i progetti di ampliamento alternativi e più convenienti accrescono la capacità (seppure in misura nettamente inferiore rispetto alla stazione di transito), ma con riduzioni dei tempi di percorrenza irrisorie. E soprattutto non consentono uno sviluppo territoriale ed economico. A confronto della stazione di transito la seconda migliore variante (ampliamento della linea originaria) costituisce un progetto radicalmente diverso e presenta i seguenti svantaggi:

    • non permette di realizzare un nodo completo con coincidenze snelle nel traffico a lunga percorrenza e nel traffico locale e tra i due sistemi e di conseguenza non riduce i tempi di percorrenza
    • nessun collegamento rapido nord-sud (Germania/Basilea–Milano)
    • nessun collegamento dell’asse Basilea/Berna–Lucerna con l’asse Lucerna–Zurigo e gli assi di sviluppo principali
    • pesante intervento sotto il profilo ecologico e urbanistico a seguito dell’ampliamento in superficie anche sul Rotsee
    • al massimo 24 coppie di treni all’ora anziché un aumento della capacità a lungo termine a oltre 28 coppie di treni all’ora
    • nessuna possibilità di ulteriore ampliamento dell’infrastruttura

    A fronte di tutti questi svantaggi questa variante comporta costi superiori a 1 miliardo di franchi – e senza considerare i lavori di ampliamento sulle linee di accesso! È evidente che la seconda migliore variante è nettamente inferiore rispetto alla stazione di transito – in particolare se si considerano i vantaggi a lungo termine. Inoltre i primi passi verso la realizzazione della stazione di transito sono già stati compiuti – tutti i lavori di ampliamento sulla rete ferroviaria nella regione di Lucerna sono compatibili con la stazione di transito.

  • Stazione di transito: costi e finanziamento

    Stazione di transito: costi e finanziamento

    Secondo il Rapporto di pianificazione del Cantone di Lucerna i costi per la stazione di transito ammontano a 2,4 miliardi di franchi. La prima fase, con il potenziamento dell’offerta e la sistematizzazione delle coincidenze, costa 1,8 miliardi di franchi. La seconda fase e la realizzazione del passante, che collega tra loro gli assi Basilea/Berna–Lucerna e Lucerna–Zurigo, riducendo in tal modo i tempi di percorrenza, costa 600 milioni di franchi.

    Nel suo conteggio dei costi l’Ufficio federale dei trasporti considera l’offerta che potrà essere realizzata con la stazione di transito e include quindi anche gli investimenti sulle linee d’accesso – ad esempio tra Zugo e Zurigo. Pertanto in questa analisi i costi sono superiori. Tuttavia i costi per il progetto principale, ossia la stazione di transito, ammontano come già previsto a 2,4 miliardi di franchi, suddivisi in due fasi da 1,8 e 0,6 miliardi di franchi.

    Poiché la stazione di transito è situata in un contesto topografico complesso, la sua realizzazione comporta inevitabilmente costi più elevati. Quindi il rapporto costi/benefici della stazione di transito è ovviamente peggiore rispetto a quello degli altri progetti di ampliamento. Tuttavia, se consideriamo lo sviluppo futuro dei TP nella Svizzera centrale (+40 per cento entro il 2035) quanto più l’orizzonte temporale si allunga e tanto migliore risulta il rapporto costi/benefici. E se consideriamo anche la Galleria di base dello Zimmerberg 2, questo rapporto migliora ulteriormente. Per queste ragioni la Svizzera centrale sostiene fermamente i due progetti di ampliamento.

    I Cantoni chiedono che il prefinanziamento sia sostenibile
    La Svizzera centrale s’impegna affinché i Cantoni possano prefinanziare il progetto di ampliamento sostenuti dalla Confederazione dando così un impulso al loro avanzamento. Concretamente viene chiesto che i Cantoni possano prefinanziare la stazione di transito nel quadro della prossima fase di ampliamento (2030/35) – in modo quindi che risulti sostenibile. Il Rapporto di pianificazione sulla stazione di transito presenta i mezzi necessari per la sua realizzazione (pagine 45 e 46).

  • Stazione di transito: il progetto preliminare

    Stazione di transito: il progetto preliminare

    Nel 2009 il Parlamento di Lucerna e i votanti hanno incaricato il Consiglio di Stato di elaborare un progetto preliminare per la realizzazione della stazione sotterranea di Lucerna e di un passante. Il Parlamento e il popolo hanno approvato a tal fine un credito di 20 milioni di franchi.

    In un ampio studio sulle varianti con una procedura su due livelli sono state analizzate oltre 30 varianti, tra cui 6 in modo approfondito, e la stazione di transito Lucerna è risultata la soluzione migliore. Uno studio sui benefici lo conferma: la stazione di transito consente di mettere in campo un’offerta nettamente migliore, con una notevole riduzione dei tempi di percorrenza e molti più collegamenti, sia sulla rete ferroviaria nazionale che su quella internazionale. Inoltre la stazione di transito fornisce importanti impulsi a livello economico e di pianificazione del territorio nella regione di Lucerna.

    Il progetto preliminare mostra il percorso da seguire verso la stazione di transito. In una prima fase vengono realizzate una nuova tratta sotterranea da Ebikon a Lucerna e una stazione sotterranea. Questi interventi potenziano l’offerta e permettono di sistematizzare le coincidenze. In una seconda fase vengono collegati fra loro gli assi Basilea/Berna–Lucerna e Lucerna–Zurigo (passante). Grazie alla riduzione dei tempi di percorrenza la stazione di transito genera tutti i sui vantaggi.

    Alla stazione di transito si sta già lavorando. Tutti gli interventi di ampliamento dell’offerta in corso e a medio termine nella regione di Lucerna sono compatibili con la stazione di transito.

    Al termine del progetto preliminare è stato registrato un ampio consenso da parte della politica e dell’opinione pubblica. Da allora il progetto vanta un sostegno ininterrotto: all’inizio del 2016 il Gran Consiglio di Lucerna ha pienamente approvato il Rapporto di pianificazione sulla stazione di transito e ha incaricato il Consiglio di Stato di accelerare la pianificazione e la realizzazione del progetto. Ne consegue che la stazione di transito di Lucerna dev’essere progettata immediatamente.