• La crescita della mobilità richiede soluzioni sostenibili

    La crescita della mobilità richiede soluzioni sostenibili

    In Svizzera la mobilità cresce, in particolare i trasporti pubblici. Secondo le previsioni della Confederazione il traffico passeggeri dei trasporti pubblici aumenterà di oltre il 50 per cento entro il 2040. La mobilità lenta e il traffico motorizzato privato cresceranno rispettivamente di circa il 30 e il 20 per cento scarso. Anche il traffico merci aumenta: del 45 per cento su rotaia e del 30 per cento su gomma. Gli impulsi principali che favoriscono la crescita della mobilità sono lo sviluppo demografico e la crescita economica che generano rispettivamente il 28 e il 46 per cento di mobilità in più.

    Nella Svizzera centrale lo scenario di crescita è simile. L’aumento demografico fino al 2035 è in linea con la media nazionale pari a circa il 18 per cento (Lucerna e Svitto); a Zugo la crescita è addirittura più significativa con il 20 per cento, mentre a Obvaldo e Nidvaldo nonché nel Cantone di Uri si situa al di sotto della media svizzera (fonte: Ufficio federale di statistica, 2016). La mobilità cresce tuttavia in modo analogo alla tendenza nazionale: nei trasporti pubblici di circa il 40 per cento, nel traffico motorizzato privato di circa il 20 per cento entro il 2035.

    Le previsioni sono allineate allo sviluppo attuale dei trasporti pubblici nella Svizzera centrale. Sugli assi di sviluppo principali del Cantone di Lucerna (Lucerna–Sursee–Basilea/Berna, Lucerna–Zugo–Zurigo) tra il 2004 e il 2015 la mobilità ferroviaria è cresciuta in modo notevole:

    • sulla tratta Lucerna–Emmenbrücke di 16’800 passeggeri al giorno ovvero quasi del 100 per cento
    • sulla tratta Rothenburg Dorf–Emmenbrücke Gersag di 14’100 passeggeri ovvero quasi del 100 per cento
    • sulla tratta Lucerna–Ebikon di 10’700 passeggeri ovvero del 50 per cento (fonte: Comunità dei trasporti di Lucerna)

    Anche la tratta Zugo–Zurigo è sottoposta a una forte pressione dovuta alla crescita elevata. Solo il traffico regionale è aumentato del 140 per cento negli ultimi tre anni (fonte: Ufficio dei trasporti pubblici, Cantone di Zugo). Tra Zugo e Zurigo, la terza tratta del traffico a lunga percorrenza più trafficata della Svizzera, ci si attende a partire dal 2030 un sovraccarico, ciò significa che la prevista crescita di mobilità supera l’offerta disponibile.

    La Svizzera centrale è pronta
    Considerata la crescita massiccia dei trasporti pubblici occorrono progetti in grado di affrontare le sfide future. Con la Galleria di base dello Zimmerberg 2 e la stazione di transito Lucerna la Svizzera centrale mette in campo due progetti perfettamente coordinati dei quali beneficiano la regione, ma anche tutta la Svizzera. La Svizzera centrale unisce le forze e s’impegna pertanto attivamente presso la Confederazione affinché la Galleria di base dello Zimmerberg 2 e la stazione di transito vengano considerate nella prossima fase di ampliamento della struttura ferroviaria.